Impianto ad isola: quando sceglierlo?

Ci è sorto spontaneo rispondere a questa domanda: dopo varie telefonate di nostri clienti che ci chiedevano di poter installare un impianto fotovoltaico di questo tipo.

Ci siamo chiesti come mai ci fosse molta disinformazione sull’argomento.

Proprio per questo motivo abbiamo voluto mettere insieme tutta la nostra esperienza, conoscenza, formazione e competenze per fornirti una risposta esaustiva a questa domanda.

Ed ecco la nostra risposta: l’impianto ad isola NON CONVIENE.

Ed abbiamo almeno 6 ragioni per cui abbiamo scelto di non effettuare installazioni di questo genere.

Cos’è un impianto fotovoltaico a isola?

In questo tipo di impianti l’energia generata alimenta direttamente il carico elettrico dell’utenza, mentre quella in eccesso viene accumulata in batterie.

L’impianto è completamente indipendente dalla rete di distribuzione elettrica, non presentando alcun collegamento con essa.

“Ma allora questa è davvero la soluzione per risparmiare e conquistare completa indipendenza energetica?”

La situazione non è così semplice, e non lo è per varie ragioni. Noi ne abbiamo individuate 6.

6 ragioni per NON scegliere un impianto a isola:

  1. l’installazione ad isola è molto complessa, perché in fase di progettazione occorre tenere conto di molti più fattori rispetto a un impianto fotovoltaico “standard”;
  2. il numero di pannelli deve essere più elevato rispetto a un normale impianto domestico, perché occorre considerare che debbono anche andare a immagazzinare energia nelle batterie di accumulo per goderne anche la notte;
  3. è necessario prevedere anche il sistema di accumulo che deve essere adeguatamente dimensionato;
  4. in assenza di sole (e in inverno è molto probabile che accada) l’impianto fotovoltaico non riesce a produrre e, se anche ci riuscisse, l’energia generata verrebbe immediatamente autoconsumata dall’abitazione. E morale della favola? L’impianto di accumulo resterebbe sempre VUOTO;
  5. inoltre, l’impianto ad isola è molto costoso, e il risparmio che otterresti successivamente in nessun caso giustificherebbe la spesa iniziale, per poi alla fine non permetterti comunque di essere completamente indipendente dalla rete elettrica;
  6. troppi rischi: se per qualsiasi motivo ti capitasse di restare senza energia elettrica, non avresti fonti alternative. Immagina se avessi fatto questa scelta poco prima del lockdown, a quanti rischi saresti potuto andare incontro?

Ma allora come conquistare indipendenza energetica?

In Aton Solution abbiamo creato un sistema che ti consente di conquistarla: grazie a soluzioni personalizzate a prodotti ad altissime prestazioni e ad un team di risorse esperte, ti aiutiamo ad ottenere un risparmio energetico senza rischi e senza stress, con soluzioni che ti consentono un risparmio fino al 95% con garanzie fino a 25 anni sui moduli e sugli inverter.

In più, con il finanziamento a tasso 0 e le agevolazioni della cessione del credito, oggi puoi installare il tuo impianto risparmiando la metà.

Scopri ora le offerte e Richiedi un sopralluogo gratuito